Isolamento termico: risparmio energetico e tutela ambientale

21 settembre 2016

La prestazione energetica di un edificio, considerata poco significativa in passato, sta diventando sempre più importante a causa dei vincoli ambientali e dei costi crescenti di combustibile ed energia. Questi argomenti hanno fatto emergere la necessità di limitare le dispersioni termiche delle abitazioni e permesso lo sviluppo di soluzioni adeguate creando un settore in rapida crescita nella moderna edilizia.

Un efficiente isolamento termico degli edifici deve avere come obiettivo, quello di garantire il raggiungimento di una corretta temperatura non solo dell’aria, ma anche dei muri, dei pavimenti e dei soffitti. Per avere una sensazione di comfort occorre che i muri di casa siano ben caldi ma per evitare che si raffreddino bisogna coibentarli, cioè applicare attorno ad essi una "calda coperta" di isolante.

L'isolamento termico consente di ridurre sia i costi per il riscaldamento che le immissioni inquinanti: se gli edifici sono correttamente isolati disperdono meno calore e pertanto, necessitano di un minor quantitativo di combustibile per riscaldarli, riducendo l’apporto di CO2 nell’ambiente, dunque limitando le emissioni inquinanti in atmosfera.

TIPOLOGIE DI ISOLAMENTO TERMICO

- Isolamento delle pareti dall'interno degli ambienti:

questo tipo di isolamento permette di mantenere inalterate le caratteristiche architettoniche esterne, è più economico perché non necessita di ponteggi ed è sicuramente la soluzione migliore per edifici ad uso discontinuo: ad esempio, per un appartamento in montagna usato solo per il week-end perché consente di ottenere un ambiente che, all'accensione dell'impianto, si riscalda rapidamente poiché viene scaldata solo l'aria e non la struttura muraria.

- Isolamento nell’intercapedine:

viene realizzato fra una parete di tamponamento esterna di maggior dimensione e una parete interna di sezione minore in cui viene interposto il materiale isolante, normalmente in lastre rigide ma vengono utilizzati anche granulati sfusi. L'isolamento così posizionato aumenta notevolmente l'inerzia termica dell'edificio rispetto al caso precedente.

- Isolamento dall'esterno o rivestimento a cappotto:

isolando le pareti dall'esterno si ottiene l'eliminazione di tutti i punti freddi e aumenta la capacità di accumulo termico dell'edificio. I muri si scaldano, accumulano calore e poi lo restituiscono all'ambiente. Un sicuro vantaggio dell'isolamento a cappotto è l'eliminazione totale e definitiva dei ponti termici, cioè di quei punti critici (perimetro dei serramenti, angoli, pilastri inseriti nella muratura) dove è più facile che si verifichino fenomeni di formazione di muffe.

Avere una casa ad alta efficienza energetica significa tenere sotto controllo la quantità di energia consumata per soddisfare le varie esigenze e, soprattutto, avere un controllo sui costi di gestionePassare da una classe G ad una classe A è possibile effettuando il cosiddetto “rivestimento a cappotto”.

Krehome vi proporrà l'isolamento termico più adatto alle vostre esigenze tecniche e progettuali. Il nostro team di esperti seguirà passo per passo i lavori senza trascurare i dettagli. Veniteci a trovare presso lo show room di Nicosia o chiamate alle 0935638823.

Iscriviti alla newsletter Newsletter
Subito uno sconto del 10%